APPELLO VERSO UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE UNITARIA PER LA CULTURA E IL LAVORO

In tanti in questi due anni ce lo avete proposto, ce lo avete chiesto.
Ora, come movimento “Mi Riconosci?”, pensiamo che sia tempo di organizzare una manifestazione nazionale unitaria che parli di lavoro nei Beni Culturali e nella Cultura. Di ciò che troppo spesso si tace. Crediamo sia un passaggio necessario per accrescere l’autocoscienza delle nostre categorie, per aumentare la pressione sulla politica tutta, e per sfondare il muro mediatico che impedisce alle istanze dei lavoratori e dei professionisti della Cultura di essere trattate su tv e stampa nazionale.

Vogliamo una manifestazione che riunisca quanti in questi anni sono stati disgregati, divisi, messi l’uno contro l’altro.
Non deve e non vuole essere la manifestazione di Mi Riconosci, nè soltanto dei professionisti dei Beni Culturali. Vogliamo mettere a disposizione i nostri canali e il nostro impegno per creare un contenitore, uno spazio, in cui chiunque si riconosca nella lotta al lavoro sottopagato o gratuito, e nella richiesta di maggiori investimenti in Cultura e maggiori diritti dei lavoratori, possa portare le proprie istanze.
Dobbiamo superare le differenze, perchè molti di più sono gli obiettivi e le esigenze comuni: comuni tra professioni molto diverse, tra lavoratori dipendenti e autonomi, precari e strutturati, giovani e meno giovani…

Per questo lanciamo questo appello, che vi chiediamo di diffondere il più possibile, rivolto ad associazioni, comitati, sindacati, organizzazioni, e singoli cittadini. Vi chiediamo di comunicarci la vostra adesione scrivendo a miriconosci.beniculturali@gmail.com.
Sarà poi creata una mailing list, dove nelle prossime settimane, con tutte le realtà aderenti, saranno definiti modi, tempi, obiettivi e richieste della mobilitazione. E da lì partiremo con una serie di tappe di avvicinamento, tentando di far emergere, a livello nazionale, tante istanze locali troppo spesso, troppo facilmente ignorate.

Sì, è un percorso complesso e tortuoso. Crediamo sia assolutamente necessario.
Siamo migliaia, ma non ce ne siamo mai resi conto. Uniamoci, alziamo la testa, per creare qualcosa di eclatante, di mai visto.

Possiamo, dobbiamo. Non serve a noi, serve al Paese.

 

HANNO GIÀ ADERITO ALL’APPELLO:

 

UILPA BACT

SLC CGIL Torino

Comitato nazionale delle fondazioni lirico sinfoniche

Lavoratrici e Lavoratori USB Musei Civici Venezia

Emergenza Cultura – in difesa dell’articolo 9

Rsa USB  Reggia di Venaria

FACCIAMOLACONTA

Tarvisium Gioiosa

Rete della Conoscenza

Link Coordinamento Universitario

Unione degli Studenti

ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana

Ass. Culturale Catartica Care – Reggio Calabria

Possibile

Potere al Popolo

SLC CGIL Verona

FP Cgil funzione pubblica

CIA – Confederazione Italiana Archeologi

USB Lavoro privato e Pubblico impiego

E tanti singoli cittadini che qui non elenchiamo.


3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Paolo ha detto:

    SINDACATO
    LAVORATORI COMUNICAZIONE

    Verona

    Con l’impegno a farlo vivere nel settore e sul territorio in cui opero, aderisco all’appello del Movimento “Mi riconosci? Sono un professionista dei beni culturali” per la realizzazione di una Manifestazione Nazionale Unitaria dei lavoratori della Cultura.

    L’esperienza di questi ultimi travagliati anni dimostra che l’attacco alla cultura, alla sua espressione, agli aspetti di coesione e di appartenenza che può generare, passa anche attraverso la precarizzazione e svalutazione del ruolo dei suoi protagonisti – dai tecnici agli artisti – che ne sono artefici, custodi e innovatori.

    Le iniziative e l’impegno nel territorio di Verona, particolarmente orientati alla salvaguardia della integrità di ogni presidio culturale, a partire dal Teatro e dalla Fondazione Arena, ci dimostrano come ogni sforzo unitario vada d’altra parte perseguito con pazienza ed umiltà nella tutela di questo nostro “bene comune” fatto di cultura, libertà, espressione, ricerca, innovazione quale fondamento alla crescita della società nel suo insieme.

    “Caminante no hay camino,
    el camino se hace al andar”
    A. Machado

    Paolo Seghi
    Segretario Provinciale SLC CGIL

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...